L.R. 5 novembre 1997, n. 35 (1).

Ulteriore modificazione della L.R. 24 agosto 1981, n. 62 - Regolamento interno del Consiglio regionale (2).

 

(1) Pubblicata nel B.U. Umbria 12 novembre 1997, n. 56.

(2) La presente legge è da ritenersi abrogata in virtù di quanto disposto dall'art. 79, L.R. 16 aprile 1998, n. 14, con la quale è stato approvato il nuovo regolamento interno del Consiglio regionale.

 

Articolo unico

 

[1. Sono abrogati gli articoli 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22, 27, 34, 42, 67 della legge regionale 24 agosto 1981, n. 62 - Regolamento interno del Consiglio regionale.

2. In attesa della entrata in vigore del regolamento riapprovato dal Consiglio regionale con deliberazione 27 gennaio 1997, n. 301, il Consiglio regionale adotta con proprio atto una disciplina provvisoria in ordine a:

a) composizione, costituzione, compiti e funzionamento delle commissioni consiliari permanenti;

b) verifica del numero legale, ordine della discussione e tempo degli interventi delle sedute del Consiglio, procedura d'urgenza;

c) petizioni ex articolo 13, comma 4, dello statuto;

d) questione di fiducia in attuazione dell'articolo 55, comma 3, dello Statuto;

e) composizione e costituzione del Collegio dei revisori dei conti - art. 80 dello Statuto regionale.

3. L'abrogazione di cui al comma 1 ha effetto dalla data dell'esecutività della deliberazione recante la disciplina provvisoria di cui al comma 2.

4. Le commissioni in carica alla data di entrata in vigore della disciplina provvisoria di cui al comma 2 continuano a svolgere le proprie funzioni, con pienezza di poteri sino alla costituzione delle nuove commissioni.

La presente legge è dichiarata urgente ai sensi dell'art. 127 della Costituzione e dell'art. 69, comma 2, dello Statuto regionale ed entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione] (3).

 

 

 

 

(3) La presente legge è da ritenersi abrogata in virtù di quanto disposto dall'art. 79, L.R. 16 aprile 1998, n. 14, con la quale è stato approvato il nuovo regolamento interno del Consiglio regionale.